Rigenerare il prato: ecco come

Dopo l’estate il prato sembra essere sempre un po’ spento e poco rigoglioso. Forse è arrivato il momento di dargli un po’ di vita. Come? Ecco alcuni semplici passaggi che faranno al caso vostro.
Prima di tutto è bene che sappiate che questa operazione è fondamentale se si vuole avere un manto erboso colorato, florido e sano.
Uno dei primi passaggi è quello di pulire il giardino da foglie e rametti che si sono depositati. Aiutatevi con un rastrello.
Poi con un tosaerba effettuate un taglio di circa 2.5 /3 cm in questo modo uniformerete meglio l’area e sarà più facile vedere di cosa necessita il prato.

Se notate macchie gialle allora significa che c’è qualcosa che non va e bisogna procedere in modo specifico in base alla malattia riconosciuta (consultate le possibili malattie del prato qui).
Se invece si tratta solo di dare una spinta in più all’area in questione munitevi delle sementi del vostro prato e di un concime ricco di fosforo. Quest’ultimo aiuta le prime fasi di crescita del manto erboso dando robustezza.

Cospargete questi due materiali in modo omogeneo e compatto.
Adesso arriva la parte più importante: l’irrigazione.
Quest’ultima deve essere eseguita con molta attenzione.

Irrigate per bene le zone appena concimate per i successivi 15 giorni. In questo modo le sostanze nutritive del concime si espanderanno senza problemi anche nella parte sottostante il terreno.
Questo ciclo di taglio, concime e irrigazione deve essere ripetuto diverse volte.
La cura del giardino è prima di tutto una passione, ricordatevelo.
Per consigli, prodotti o una consulenza, contattateci!

No Comments

Leave a Reply