Irrigazione a goccia: ecco cosa devi sapere

I metodi di irrigazione sono tanti e diversi. Abbiamo parlato di quello a pioggia qui, oggi vi parliamo invece di quello a goccia.
Detta anche irrigazione localizzata, questa tipologia di irrigazione ha l’obiettivo di minimizzare al massimo l’uso dell’acqua. È caratterizzato da getti sottili che bagnano un’area piccola attorno alla pianta.

Per questo viene utilizzata soprattutto per l’irrigazione di alberi o di piante e ortaggi: perché l’acqua viene somministrata lentamente.

L’erogazione dell’acqua può essere costante o a intermittenza. In quest’ultimo caso non viene più chiamata a goccia ma irrigazione a sorsi.
I vantaggi di questi sistemi d’irrigazione sono:
– Maggiore uniformità nella distribuzione dell’acqua
– Maggiore contenimento degli sprechi
– Maggiore risparmio energetico
– Minore compattamento del terreno.

Per installare un impianto del genere bisogna avere:
– Una pompa, che permette di spingere l’acqua dalla fonte fino alla coltura da irrigare;
– Dei tubi, per portare l’acqua dalla fonte al campo;
– Un gruppo di regolazione e filtraggio;
– Un tubo di testata;
– Ali gocciolanti, i tubi in cui sono inseriti i gocciolatoi da dove fuoriesce l’acqua per le piante.

Per maggiori informazioni su questo tipologia di irrigazione, contattateci.

No Comments

Leave a Reply