Falciare il prato: quando e perché?

Abbiamo diverse volte parlato di come irrigare un prato ma non dimentichiamo un’altra azione importante per la cura di quest’ultimo, ovvero la falciatura.

Falciare il prato sembra una cosa facile e banale, in realtà fare errori gravi è cosa comune.

Iniziamo con la frequenza. Nei mesi tra fine inverno e inizio primavera la tosatura del prato va fatta ogni 5 giorni (meglio ancora due volte a settimana), mentre nel periodo estivo la frequenza richiesta è di una volta a settimana.

La tosatura del prato va fatta con una certa accuratezza, perché se i tagli vengono fatti lasciando passare troppi giorni o ad altezze sbagliate si può compromettere il manto erboso. Infatti la tecnica di tosatura è molto importante.

La tecnica base è quella più comune. Dato che l’attrezzo da taglio ruota in senso antiorario, nella pratica di lavoro il movimento di falciatura più frequente è quello da destra a sinistra.

Il vantaggio di questo metodo è che il materiale tagliato cade sulla superficie già falciata.

Per una consulenza. Contattateci!